Arquivo do blogue

segunda-feira, 7 de fevereiro de 2011

L’Occultamento del Segreto di fatima... Le bugie della Gerarchia attuale sono oramai scoperte.

“I miei incontri con l’arcivescovo Capovilla e lo scontro Socci-Cardinal Bertone”



RAIDUE La storia siamo noi - Madonna di Fatima
Tratto dal programma di RAIEDUCATIONAL "La storia siamo noi" condotto da Giovanni Minoli
http://www.drunkqueens.it/images/stories/madonna.jpg

Riproduzione fotografica della dichiarazione del Cardinale Bertone contenuta ne Il Messaggio di Fatima. Quest’affermazione ridicola (sopra evidenziata) ha spinto i Cattolici a chiedersi perché il Vaticano non avesse posto fino al “tratto di storia segnata da tragiche volontà umane di potenza e di iniquità” pubblicando la visione del “Vescovo vestito di bianco” già nel 1960, quando la Madonna desiderava che fosse rivelato.Il Cardinale Bertone mentre mostra il sigillo presente sul retro della busta esterna che fu preparata dal Vescovo da Silva.


Il libro L’Ultima Veggente di Fatima del Cardinale Bertone avrebbe dovuto essere una risposta al libro di Socci, ma in esso non viene confutata nessuna delle contestazioni dello stesso Socci; al contrario, il libro contiene nuovi elementi che si rivelano devastanti per la pretesa di Bertone d’aver pubblicato l’intero Terzo Segreto.

Per una maggiore conoscienza sulle menzogne dette su fatima, sono disponibili questi interessanti e documentati libri:

La battaglia finale del diavolo

La battaglia finale del diavolo
di Padre Paul Kramer

Fatima.org
Dopo essere apparso in televisione per mostrare il testo della visione del “Vescovo vestito di bianco”, Bertone partecipa ad un evento definito “Tutta la verità, nient’altro che la verità” — un ironico commentario sui dubbi che circondano la sua presunta rivelazione dell’intero Terzo Segreto. (Foto riprodotta nell’edizione settimanale in lingua inglese.)


 

 Il segreto ancora nascosto

Il segreto ancora nascosto
Di Christopher A. Ferrara

Fatima.it

DE:http://nullapossiamocontrolaverita.blogspot.com/

Sem comentários:

Enviar um comentário